Archivi categoria: Passeggiamo fra le metafore

Metafore per dischiudere simboli interiori: prosa, poesia e musica.

Una Stella dal Mare

Standard

stella_marinaUn riflesso in uno specchio
un soffio di vento sul viso
un pensiero ormai vecchio
come il color d’un fiordaliso.

Salendo la collina in un tiepido inverno
sudate gocce bruciano il nostro respiro
lungo il percorso ostacoli d’inferno
che feriscono il cuore prendendoci in giro.

Il sicuro rifugio è un miraggio in lontananza
perchè ognuno è solo in questa stanza
capir questo è di sola speranza
così come perseverar con costanza.

Per la vetta non c’è mai pianura
ma tutto questo non fa paura
lo sguardo all’orizzonte pensando ad una passeggiata
sembrerà come una discesa d’una strada già passata.

Una fresca mattina sulla battigia di un’isola deserta
camminando nell’acqua bassa, dove ogni passo è cosa certa
troveremo il nostro specchio in una luce azzurra come il mare
e con gli occhi chiusi potremo ancora sperare.

F.G.

Annunci

passeggiamo tra le metafore

Standard

” Come una larva, strisciamo nella realtà di un Sé senza tempo
suggelliamo un negoziato per essere al mondo
guadagniamo un dogma che chiamiamo realtà
come fio paghiamo un tributo il cui nome è malattia.
Trascorrendo una vita da crisalide
in un eterno autunno figlio della coscienza.
Un giorno apriamo gli occhi, è freddo, tutto si fa buio
allora è il momento di alzarsi e cercare uno spiraglio.
Uscendo dal bozzolo, il sudore della vita si fa sentire
come un calvario di dolori senza paga alcuna.
Una mattina in una leggera brezza, un’epifania ci scuote
il nostro cuore vibra come un uragano d’oltre oceano
in quell’istante viviamo la fantasia e ci libriamo come una farfalla
lottiamo per l’agognato e prezioso tesoro
la cui immagine è riflessa nella bellezza dei colori
d’una primavera senza fine ”

Fabio Gardelli